CORONAVIRUS E GLI UNTORI - WORLD NEWS Coronavirus e gli untori planetari, ma non si tratta degli italiani che per una volta sono inconsapevolmente incappati nella furbizia di un Paese che dovrebbe essere amico in quanto appartenente all’Unione EuropeaCORONAVIRUS E GLI UNTORI - WORLD NEWS

Da indiscrezioni, sembra che un uomo di 33 anni, di nazionalità tedesca, abbia diffuso il Coronavirus in Europa ma a pagarne l’amaro prezzo è stata l’Italia.

Che il Governo italiano pecchi di ignoranza e sia composto da sempliciotti lo abbiamo sempre dedotto, ma che arrivasse a farsi prendere in giro da chi andava sotto braccio al suo Primo Ministro non ce lo aspettavamo.

Gli italiani sono stati fatti passare per coloro che portavano il coronavirus e gli untori planetari fossero solo loro, ma il retroscena mediatico è ben diverso e come direbbero in tanti: “il Re è nudo”.

Forse iniziamo ad immaginare il motivo per cui l’Europa è stata così magnanima con l’Italia, facendo intendere che non ci saranno grandi ripercussioni su un eventuale deficit, quando sappiamo bene che chi dirige l’orchestra nell’Unione Europea è la Germania che ha tentato di creare attriti tra il Bel Paese e la Cina rimanendo in silenzio, ma ha messo anche a rischio migliaia di cittadini italiani.

Questa Europa non è il sogno di tanti europeisti, è solo un unione monetaria dettata e gestita dalle banche, che continua a stravolgere gli equilibri finanziari degli Stati piĂą deboli ma che hanno risorse commerciali per poterla mettere in grande difficoltĂ  quando gli vengono toccati i due capisaldi tedeschi e francesi che, non possono godere della forza del Made in Italy e sono solo Stati che al pari degli Stati canaglia, pongono veti ed altre problematiche per mettere i bastoni tra le ruote alla produzione italiana ed all’ingegno italiano (non del Governo italiano), dove il coronavirus e gli untori non sono solo coloro che portano il DNA italiano.

La Germania ha perso la seconda guerra mondiale e la Francia dovrebbe ricordarsi bene come il generale De Gaulle entrò vittorioso in territorio francese dopo essersi precedentemente rifugiato in Inghilterra.

Ma la terza guerra mondiale, al giorno d’oggi, viene combattuta in territorio finanziario ed oltre che non aver pagato i danni di guerra, la Germania si arroga anche il diritto di voler guidare l’Unione Europea.

L’aver trovato il paziente zero tedesco, che aveva partecipato ad un meeting insieme ad una collega di Shanghai asintomatica ma contagiata dal coronavirus non può certo riportare la situazione alla normalitĂ  e non risolve il problema di aver tacciato gli italiani come coronavirus e gli untori planetari, certo è che la Germania, ora che si è scoperto il suo altarino, farebbe bene a rimanere silenziosa quando l’Italia richiederĂ  aiuti europei per far fronte all’emergenza ed ai danni finanziari che sta subendo o non vorrĂ  far pagare nemmeno questi ?

Qualcuno non dice nulla pur sapendo come sono andate le cose, probabilmente perché si rende conto che se dovesse proferire parola sarebbe costretto ad ammettere che in Italia il Governo attualmente in carica rappresenta un gruppo di partiti mai eletti dal popolo e che per giustizia solo a quest’ultimo andrebbe resa la parola o…..le urne, in quanto i famosi grillini oramai sono il partito del lumicino.

Per cercare di comprendere che quanto affermato in questo articolo corrisponde a verità e non alle solite parole gettate nel vento, è sufficiente andarsi a leggere la mappa genetica pubblicata su riviste del settore come il The New England Journal of Medicine, dove viene evidenziato come lo stesso caso possa aver dato origine a tutta una serie di contagi che ad oggi sono diventati una pandemia mondiale.

Non è necessario essere dei virologi per comprendere che anche la stagione calda non risolverĂ  il problema, in quanto in Qatar vi sono 35 gradi e negli Emirati Arabi Uniti ve ne sono qualcuno in piĂą ma non solo, se consideriamo il Brasile, il Messico ed altri Stati dove il clima oggi è decisamente torrido, ma che sono Paesi che non sono stati risparmiati dal problema coronavirus, forse possiamo iniziare a farci un’idea di ciò che potrĂ  accadere in futuro.

Sarebbe interessante comprendere il perché la Germania abbia giocato con le parole parlando di un “unicum scientifico” ma allo stesso tempo abbia parlato di “pandemia di livello mondiale” non evidenziando che si tratta di un focolaio di cui solo Lei è colpevole.

Il gioco della Germania è ormai allo scoperto e ciò gli ha permesso di non far crollare le sue produzioni e le sue borse tenendo alto il livello finanziario rimasto, che comunque, la sta trasformando dalla locomotiva d’Europa ad un semplice carro con rimorchio a causa delle tante bugie e sotterfugi tentati anche nel settore automobilistico con gli Stati Uniti d’America.

Molto si sarebbe potuto fare per rallentare il coronavirus, ma avrebbe costretto l’Europa e soprattutto l’Unione Europea che si è svegliata molto in ritardo, ad isolare la Germania anche se ciò difficilmente avrebbe potuto impedire l’espandersi dell’epidemia.

Questo dovrebbe far riflettere quanti si ritengono forti europeisti e fargli porre una sola domanda: “è questa l’Europa che noi tutti vogliamo ?”

L’Inghilterra questa domanda se l’è fatta già da qualche anno ed il risultato non è stato catastrofico come in molti auspicavano, ma anzi, contrariamente a tutte le previsioni ha permesso la liberazione dei suoi cittadini da uno stato di schiavitù un cui l’Unione Europea ha asserragliato con i suoi confini i 27 Stati rimanenti ed ha permesso allo Stato Britannico di riprendersi la sua sovranità visto che non riusciva a portare democrazia ed indipendenza in una Unione comandata dalle banche e non dai popoli come in molti avremmo voluto.

Ora l’Italia è sul baratro e ci si chiede quali possano essere le mosse di un Governo che non ascolta nemmeno le opposizioni parlamentari, ben conscio che ogni mossa fatta può determinare una catastrofe elettorale.

Ci auguriamo tutti che il coronavirus venga distrutto o reso innocuo dai vaccini allo studio in Israele, Stati Uniti di America ed altri importanti Paesi mondiali e che il Governo italiano intraprenda strade diverse nel futuro, memore che bisogna salvaguardare ANCHE l’interesse nazionale e non guardare sempre e fidarsi di un’Europa che purtroppo NON agisce sempre nell’interesse del Bel Paese ma sempre piĂą spesso per fini puramente nazionalistici di alcuni Stati.

ChissĂ  che il coronavirus non porti un pò di buon senso in tutti gli europei e consenta una gestione del Paese piĂą bello del mondo a farlo tornare anche uno Stato laborioso e primeggiante nell’industria e nell’occupazione.

ADT  Londra 6 marzo 2020CORONAVIRUS E GLI UNTORI - WOLD NEWS

Tagged , .