ITALIA AMATA PATRIA

Siamo rimasti silenti osservatori durante un periodo dettato dalle regole della pandemia, molti hanno speculato e cavalcato l’onda politica per cercare di affermare le loro presunte legittimità non tenendo conto che il mondo intero, per quanto in affanno per salvare i propri connazionali, teneva comunque un occhio vigile puntato su ciò che avveniva in Italia.

In Italia, per la prima volta dopo la seconda guerra mondiale, si sono visti presidenti di regione in affanno nel tentativo di salvare i propri cittadini, sindaci che a prescindere dal colore della casacca politica indossata cercare di porre un argine a scelte a volte sbagliate di un governo che non sapeva quali scelte fare e che diceva tutto il contrario di tutto ma non per proprio comodo, ma perché il coronavirus o meglio denominato COVID 19 è ancora un qualcosa di sconosciuto, che ogni giorno determina una variazione lasciando per il momento grandi virologi nella più assoluta impotenza.

Abbiamo visto medici ed infermieri combattere senza presidi sanitari idonei, a mani nude, per salvare tante persone e struggersi di dolore ogni volta che si rendevano conto che il paziente non ce l’avrebbe fatta.

In Italia abbiamo sentito acclamare il personale sanitario da una popolazione impaurita per poi renderci conto che un Governo dalle strane fattezze in quanto non uscito dalle urne, non premiare coloro che hanno dato la vita per salvarne altre dove un gesto fattibile di riconoscenza sarebbe sicuramente stato ben gradito.

Abbiamo assistito dapprima ad un ordinato lock-down con italiani che eseguivano scrupolosamente, presi dalla paura e dalle vittime innumerevoli che giornalmente riempivano pagine di giornali e mass media, chiudersi nelle loro abitazioni ed indossare mascherine spesso di fortuna in quanto non presenti sul territorio o presenti a prezzi da capogiro.

Italiani aiutarsi l’un l’altro nel tentativo di portare speranza ed aiuto ad altri che erano piombati nella disperazione perché avevano perso tutto con la perdita del lavoro, ma abbiamo visto anche un governo fare solo annunci con parole piene di miliardi che potevano essere scritte solo in un libro dei sogni.

Gli italiani hanno tremato e pianto per i loro amici, i loro parenti, i loro vicini e per le loro stesse vite.

In Italia, abbiamo visto migliaia di bare sfilare portate agli inceneritori cimiteriali con camion militari e migliaia e migliaia di italiani piangere in privato inermi per la disperazione e non poter nemmeno poter dare l’ultimo saluto al loro compianto, abbiamo visto padri e figli morire soli, senza nemmeno poter stringere per l’ultima volta la mano di qualcuno se non…..quella di un medico o di un infermiere che sotto le loro mascherine e visiere protettive piangevano vedendo degli esseri umani lasciare questo mondo nella più completa solitudine.

Ad oggi, questa lezione sembra essere passata nel dimenticatoio con troppa facilità, vediamo politici azzannarsi e ricominciare nuovamente ad accusarsi l’un l’altro non pensando che tanti italiani sono mortificati, messi alla fame, disperati per una visione del futuro inesistente o ridotta al lumicino e non comprendono che non è questo che gli italiani vogliono, non comprendono che nessuno vuole più annunci, libri dei sogni, nessuno vuole più chiacchiere ma si pretendono fatti concreti che possano dare una speranza per il futuro, gli italiani vogliono vedere i politici sedersi tutti insieme e trovare soluzioni utili per questo Paese e lottare tutti insieme per aiutare i loro connazionali.

In Italia, molte persone, anche se non colpite direttamente da questo maledetto virus, hanno versato lacrime anche durante le notti in cui lavoravano per aiutare e NON speculare, come il Commissario Straordinario italiano ha avuto il coraggio di dire in televisione, preso forse da troppa stanchezza, perché non si è reso forse conto che chi speculava erano i produttori, i broker, le import/export cinesi che affondavano i loro avidi denti negli imprenditori italiani che cercavano disperatamente presidi medici, i corrieri che con i loro voli aerei avevano decuplicato i prezzi arrivando a far costare una spedizione il 50% del valore della merce pagata o…..non vogliamo pensare che non si abbia avuto il coraggio di dire che chi ci aveva portato a tanta disperazione ora voleva passare per il salvatore del mondo: “la Cina”.

Ci si è domandati molto spesso chi fosse il colpevole, in Italia si sono aperte cause dopo la fine del lock-down ma…..non abbiamo ancora sentito nessuna persona di buon senso dire: “Il colpevole lo conosciamo tutti…..è il COVID 19….uscito da un mercato cinese o da un’esperimento cinese”, quindi il colpevole esiste.

Il mondo è stato messo in ginocchio economicamente e finanziariamente, gli USA ed altre grandi nazioni sono state piegate ma l’unica nazione che per quanto colpita ella stessa non ha risentito del flagello finanziario: “la CINA”.

Ci domandiamo se c’e’ qualcuno che ha il coraggio di dire queste parole ed utilizzare un po’ di buon senso, non per scatenare l’ira di nessuno, ma per chiedere come umanitĂ  intera a chi ha creato questa pandemia di cominciare a pensare a come fermarla perchĂ© non è giusto che tanta povera gente continui a pagare per colpe non sue.

Gli italiani hanno visto morire dapprima una generazione di nonni, coloro che avevano lottato per l’Italia in nome di un’idea di libertà, di nazione, sacrificando loro stessi per una vita per dare un futuro ai figli ed ai nipoti, in seguito hanno visto i figli ed i nipoti di questa nazione colpiti loro stessi, morire nel peggior modo si possa augurare ad un essere umano.

Non si è ancora compreso che apparteniamo tutti ad un unica razza: “razza umana” e che con il nostro modo di fare ci stiamo avvicinando ad un punto di non ritorno, una strada già percorsa milioni di anni fa da altre razze come i dinosauri che lentamente si estinsero.

La speranza è riposta negli scienziati perchĂ© trovino presto una cura, trovino un vaccino che possa dare una speranza all’intera umanitĂ , la speranza è messa nelle mani di altri esseri umani che stanno lottando per il bene dell’intera umanitĂ , per dare ancora un futuro a coloro che sono rimasti ed ai nostri figli.

Abbiamo visto un’Europa piegare il Governo italiano ai suoi voleri, cercare di sottometterlo in un momento di maggior bisogno, mentre i nostri cari ci lasciavano e passavano a miglior vita e coloro che ci governano, tentare ogni strada diplomatica per non consentire la completa cessione di uno Stato ridotto alla disperazione nel tentativo di salvare quante più vite possibili.

Hanno tentato ogni arma finanziaria per piegare l’Italia finché non è intervenuto anche il Presidente della Repubblica Mattarella, ultimo baluardo di libertà e protezione e salvaguardia della Costituzione Italiana, ultima ed unica persona a cui gli italiani tutti volgevano il loro sguardo nella speranza di una sua parola, di una sua presa di posizione secca e decisa.

L’Italia è una grande nazione, uno dei Paesi piĂą belli del mondo che non ha niente da invidiare ad altri Stati se non…..un’unica cosa……un Governo che l’amministri saggiamente e sappia riportare armonia tra la sua gente, che sappia vedere lontano, che non giudichi coloro che soffrono e che sono suoi cittadini e sappia come aiutarli, che porti l’Italia ad essere nuovamente una vera NAZIONE UNICA ED INDIVISIBILE, dove non esistano piĂą differenze tra nord e sud, dove ci si possa nuovamente stringere intorno al simbolo della nostra bandiera, dove gli imprenditori all’estero abbiano la forza non solo delle parole ma anche della determinazione di uno Stato che li appoggia e combatte insieme a loro e per loro, una rinascita auspicata da ogni italiano, uno slancio vero e non solo di parole vuote e discorsi inutili che alla fine lasciano le persone povere sempre nella loro solita disperazione.

 

     QUESTO E’ CIO’ CHE VOGLIAMO NOI   ITALIANI IN PATRIA E LONTANO   DALLA NOSTRA AMATA PATRIA   

ADT  Roma 17 giugno 2020Italia presa a schiaffi - World News

Italy slapped

Italy slapped - World News - Italy - Italia

Italy slapped by the European Union, the other Member States, including the country that has plagued us (GERMANY) turn back on us and who we are to help ? ITALY SLAPPED - WORLD NEWS

Italy slapped by its European partners, including the German state that brought us the pandemic, they decided to turn His back by refusing to provide the necessary medical supplies to protect medical workers and people who can not find the masks, but who He decides to go to meet the beautiful country is the Xiaomi, a Chinese manufacturer that gives a lot of boxes to the Italian civil protection.

The SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD in London, yes, this company that only deals with aspects such as financial and IT consulting for other companies, as a result of the fact that some of its consultants are Italians, decided to get involved and to propose, after finding an importer in touch with important factories, the interest for the good of our fellow citizens find the FFP2 and FFP3 masks with class filters N99 and N95 (military class), masks N95 with filters and all health protections necessary and appropriate to protect operators of the Italian Civil Defense and health professionals, but not only, as it is contacting the other States at the global level.

It was supposed to provide the Italian Civil Protection which also have contacted and have not yet responded, the Italian community pharmacies of the red zone, but our society has found ten thousand obstacles ready to stop its ability not only to come up against bureaucracy Italian that even in times like these, if you have to pay, requires the CE mark (European Community), but if you receive gifts gladly accept them regardless of its origin and who would have furnished them is among other things a major global supplier and what we sorry immensely because he often entrepreneurs, just because Italians, have more contacts that can be made available to the own nation.

But get presents does not mean solving the problem of people, because Italians are cornered by a financial crisis that is them killing and coronavirus German import, since the flights with China had been suspended, is putting on his knees an Italian slapped, where we see so much incompetence and many friends of friends that you offer and then think about the post-crisis …… so-called “Saviors of the Homeland.”

The agreement was signed with a major Israeli companies present in Tel Aviv, but while FER.RE.IT of Reggio Emilia, pointed out that although prices in line with those proposed by the producers for the quality of the products were satisfactory but lacked the stamp CE (European Community) and the certificate of conformity (those who produce them is 3M and XIAOMI), the Italian state organs contacted did not even reply to forwarded emails among other things by an editor, but the protection Italian Civil, how they write Italian newspapers, quietly accept the protections from XIAOMI not under European certification.

This publisher has made contact with the importer in Tel Aviv and has sincerato of commercial agreements and the real possibility of having all health protections necessary to protect not only the civil protection, but also all health care providers and eventually the population Italian and that health centers were still FDA certified (USA certification much more stringent than the European one).

The problem is always that of a false and mendacious bureaucracy that wants to take advantage and make profit by friends of friends taking advantage of the disasters of Italy, while knowing that it could be secured so many people and especially the elderly … … maybe cost too much to ‘INPS?

Perhaps the friend of the politician in office do not buy enough or nothing if you are interested in the issue?

3M and XIAOMI provide other important countries such as Israel and indeed by all accounts is a state first exposed line and prepared to possible biological warfare, so we do not think that would put at risk the lives of their population.

Curiosity was born sovereign, it is our intention to see how, and if, the representatives of the Italian State will be in contact with us, but especially when and in what mode if anything they decide to do so.

We on our own, we are contacting other Member States and if the Italian representatives wake up too late, only they will be the cause of the lack of protection equipment because we are not a charity, but a company born to do business.

In Italy it slapped it is now common knowledge that if you are not a friend of some politician or some trumpet of politics that operates in associated companies, nothing can be done and nothing must move.

And then there is the problem of employers who go to other countries or guys who once graduates go away from Italy, or of satire that is made on the side of the Alps television and accuses Malta accommodate many Italians who are tired moving their residence in this COUNTRY CIVIL?

Certain questions are all answered, but, you know, just to save face on television for a few more votes you sell also what was never invented.

Italy has always been a country very ambiguous and strange, and now you have the assurance of why Italians abroad are treated very badly and their hosts denigrates Italy as a country of parasites and profiteers.

Do not be shocked by seeing what happens also in national emergencies, those who are elderly has seen a lot worse happen which sent troops to the Russian front with light and unsuitable equipment (WORLD WAR II), the massacre of Ustica, the Bologna massacre, the two dead judges who have sacrificed their lives for the freedom of so many southern Italians, not realizing that the local mafia were just what are called “soldiers”, because the leaders were well other people far more influential and state secrets that Democratic Republic and not a dictatorship should not exist with their compatriots (see the process of which are State-Mafia agreement were marked confidential recordings).

The demonstration of IGNORANCE because no DOCTOR, is of those who administer the most beautiful country of Europe we can listen live, from the mouth of those who now found himself He also hit by the coronavirus, a scourge that spares no one and that however, we do our best wishes for a safe and speedy recovery

 

 

This is Italy slapped that no Italian real birth would ever want to hear nominate, this is Italy who do not want good people, those who are disgusted because they do not vote for local political shift that would corrupt them with pleasures or money but that the local elections with 50 Euro manages to bribe some boy.

This is what sucks Italians.

Politicians expect that in voting the Italian population makes them elect for what they can say on television, but they have forgotten that football matches have been suspended and that the Italians are now wide awake and alert and are following step by step the various choices that they are making about the national crisis.

The Italian Prime Minister, Giuseppe Conte admits that a leak to a decree that would have to confine Lombardy, but of course, as usual, the friend of the friend of some political released, sparking panic of those who live in that region leading people, possibly ill, get in way to southern Italy risking the spread of the epidemic and endangering the rest of the Italian population.

But in the hands of the Government which is Italy?

The lack of a State that threatens the health of its citizens in order to maintain good relations with
a Europe that we can do without, at this point, is not a State worthy of being considered at pair at the Maduro government.

It has even got to THINK to do as in the field of front-line hospitals, choose who can live or die, evidently will mark his forehead with a red mark those who should not enter into intensive care because they are too old or already debilitated by some major illness.

And then we are surprised that other European countries do the heavy satire on Italy?

And for emergencies such as heart attacks and more?!?

What will they do?!?

Patients will abandon them to their fate tearing their coats and betrayed the oath to Hippocrates?

We hope more in a revolt and rejection of health care to save the lives of all if you were to find yourself in a situation degenerated.

We hope in the future that things will change and that Italy could go back to being a true country free from the corrupt, loved by Italians and those who say they want not more corrupt when in the end the real corrupt are other people.

 

ADT  London 8th march 2020Italia presa a schiaffi - World News

Italia presa a schiaffi

Italia presa a schiaffi - World NewsL’Italia presa a schiaffi dall’Unione Europea, gli altri Stati membri, tra cui il Paese che ci ha contagiato (GERMANIA) ci girano le spalle e chi ci viene ad aiutare ?Italia presa a schiaffi - World News - CORONAVIRUS

L’Italia presa a schiaffi dai partner europei, compreso lo Stato tedesco che ci ha portato la pandemia, hanno deciso di voltarci le spalle rifiutandosi di fornirci il materiale sanitario necessario a proteggere gli operatori medici e le persone che non trovano più mascherine, ma chi decide di andare incontro al Bel Paese è la Xiaomi, un produttore cinese che ne dona molti scatoloni alla protezione civile italiana.

Anche la SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD di Londra, sì, proprio questa società che si occupa solo di aspetti quali la consulenza finanziaria ed informatica per altre aziende, a seguito del fatto che alcuni suoi professionisti sono italiani, ha deciso di mettersi in gioco e proporre, dopo aver trovato un importatore in contatto con fabbriche importanti, di interessarsi per il bene dei nostri connazionali a trovare le mascherine FFP2 ed FFP3 con filtri in classe N99 e N95 (classe militare), mascherine N95 con filtri e tutte le protezioni sanitarie necessarie ed adatte per proteggere gli operatori della Protezione Civile italiana e gli operatori sanitari, ma non solo, dato che sta contattando anche gli altri Stati a livello planetario.

Si era ipotizzato di fornire la Protezione Civile italiana che tra l’altro abbiamo contattato e non hanno ancora risposto, le farmacie comunali italiane delle zone rosse, ma la nostra societĂ  ha trovato diecimila ostacoli pronti a fermarne la possibilitĂ , oltre che scontrarsi contro la burocrazia italiana che, anche in momenti come questi, se deve pagare, richiede il marchio CE (ComunitĂ  Europea), ma se riceve regali li accetta volentieri a prescindere dalla provenienza e chi li avrebbe riforniti è tra l’altro un grosso fornitore mondiale e ciò ci dispiace immensamente perchè gli imprenditori spesso, proprio perchè italiani, hanno maggiori contatti che possono essere messi a disposizione della propria nazione.

Ma ricevere regali non vuol dire risolvere il problema delle persone, in quanto gli italiani sono messi alle strette da una crisi finanziaria che li sta massacrando ed il coronavirus di importazione tedesca, visto che i voli con la Cina erano stati sospesi, sta mettendo in ginocchio un Italia presa a schiaffi, dove notiamo tanta incompetenza e tanti amici degli amici che si offrono per poi pensare al dopo crisi……i cosiddetti “Salvatori della Patria”.

L’accordo è stato stipulato con una importante società israeliana presente in Tel Aviv ma, mentre la FER.RE.IT di Reggio Emilia, faceva presente che pur essendo i prezzi in linea con quelli proposti direttamente dai produttori per la qualità dei prodotti erano soddisfacenti ma mancava il bollino CE (Comunità Europea) ed il certificato di conformità (chi le produce è la 3M e la XIAOMI), gli organi dello Stato italiano contattati non hanno nemmeno risposto alle email inoltrate tra l’altro da un editore, ma la Protezione Civile italiana, da quanto scrivono i giornali italiani, accetta tranquillamente le protezioni provenienti dalla XIAOMI prive di certificazione europea.

Tale editore è entrato in contatto con l’importatore in Tel Aviv e si è sincerato degli accordi commerciali stipulati e della reale possibilità di avere tutte le protezioni sanitarie necessarie a proteggere non solo la protezione civile, ma anche tutti gli operatori sanitari ed eventualmente la popolazione italiana e che i presidi sanitari fossero comunque certificati FDA (certificazione USA molto più stringente di quella europea).

Il problema è sempre quello di una burocrazia falsa e mendace che vuole approfittare e far approfittare dagli amici degli amici sfruttando le catastrofi dell’Italia, pur sapendo che si potrebbero mettere in sicurezza tante persone e soprattutto gli anziani……forse costano troppo all’INPS ?

Forse l’amico del politico di turno non ci guadagna abbastanza o nulla se si interessa della questione ?

La 3M e la XIAOMI forniscono anche altri importanti Paesi quali appunto Israele che a detta di tutti è uno Stato in prima linea esposto e preparato ad eventuali guerre batteriologiche, quindi non pensiamo che metterebbero a rischio la vita della loro popolazione.

La curiosità nasce sovrana, è nostra intenzione vedere come, e se, i rappresentanti dello Stato italiano entreranno in contatto con noi, ma soprattutto quando ed in quale modalità semmai decidessero di farlo.

Noi per conto nostro, stiamo contattando altri Stati membri e qualora i rappresentanti italiani si sveglino troppo tardi, saranno solo loro la causa della carenza di equipaggiamenti di protezione in quanto noi non siamo un ente di beneficenza, ma una societĂ  nata per fare business.

In un Italia presa a schiaffi è ormai risaputo che se non sei amico di qualche politico o di qualche trombato della politica che opera nelle società collegate, niente si può fare e niente si deve muovere.

E poi ci si pone il problema degli imprenditori che se ne vanno in altri Paesi o dei ragazzi che una volta laureati vanno via dall’Italia, o della satira che viene fatta sulle televisioni d’oltralpe e si accusa Malta di accogliere molti italiani che stanchi spostano la loro residenza in questo PAESE CIVILE ?

Certe domande hanno tutte una risposta ma, si sa, pur di salvare la faccia in televisione per qualche voto in più ci si venderebbe anche ciò che non è mai stato inventato.

L’Italia è da sempre stato un Paese molto ambiguo e strano ed ora si ha la certezza del motivo per cui all’estero gli italiani vengono trattati molto male e chi li ospita denigra l’Italia come un Paese di parassiti e approfittatori.

Non bisogna scandalizzarsi vedendo quanto accade anche nelle emergenze nazionali, chi è anziano ha visto accadere molto peggio quali soldati inviati al fronte Russo con equipaggiamento leggero ed inadatto (II GUERRA MONDIALE), la strage di Ustica, la strage di Bologna, la morte di due magistrati che hanno immolato la loro vita per la libertà di tanti italiani del sud, non rendendosi conto che i mafiosi locali erano solo quelli che vengono definiti “soldati”, perché i capi erano ben altre persone molto più influenti ed i segreti di Stato che in una Repubblica Democratica e non dittatoriale non dovrebbero esistere con i propri connazionali (vedasi il processo per l’accordo Stato-Mafia di cui sono state secretate delle registrazioni).

La dimostrazione dell’IGNORANZA in quanto non MEDICO, è di chi amministra il Paese piĂą bello dell’Europa la possiamo ascoltare in diretta, dalla bocca di chi oggi si è ritrovato colpito anche Lui dal Coronavirus, un flagello che non risparmia nessuno ed a cui comunque facciamo i nostri migliori auguri per una sicura e veloce guarigione

 

 

Questa è l’Italia presa a schiaffi che nessun vero italiano di nascita vorrebbe mai sentire nominare, questa è l’Italia che non vogliono le persone per bene, quelle che vengono schifate perché non votano per il politico locale di turno che vorrebbe corromperle con piaceri o soldi ma, che alle elezioni locali riesce con 50 Euro a corrompere qualche ragazzetto.

Questo è ciò che agli italiani fa schifo.

I politici si aspettano che alle votazioni la popolazione italiana li faccia eleggere per quello che potranno dire in televisione ma, hanno dimenticato che le partite di calcio sono state sospese e che gli italiani adesso sono ben svegli ed attenti e stanno seguendo passo passo le varie scelte che si stanno facendo per la crisi nazionale.

Il Primo Ministro italiano, Giuseppe Conte che ammette una fuga di notizie per un decreto che avrebbe dovuto confinare la Lombardia, ma che ovviamente, come al solito, l’amico dell’amico di qualche politico ha diffuso, scatenando il panico di chi vive in quella regione portando le persone, probabilmente anche ammalate, a mettersi in viaggio verso il sud Italia rischiando l’espandersi dell’epidemia e mettendo a rischio il restante della popolazione italiana.

Ma in mano a quale Governo è l’Italia ?

La mancanza di uno Stato, che pur di tenersi imbonita un’Europa di cui a questo punto potremmo fare veramente a meno, mette a rischio la salute dei propri cittadini, non è uno Stato degno di essere preso in considerazione al pari del Governo Maduro tanto disdegnato da tutti per evitare di vedere un Italia presa a schiaffi da altri Stati europei.

Si è arrivati addirittura a PENSARE di fare come negli ospedali da campo della prima linea, scegliere chi può vivere o morire, evidentemente contrassegneranno sulla fronte con un segno rosso chi non deve entrare in rianimazione perché troppo anziano o già debilitato da qualche patologia importante.

E poi ci stupiamo che altri Stati europei fanno della satira pesante sull’Italia ?

E per le emergenze quali infarti ed altro ?!?

Cosa faranno ?!?

Abbandoneranno i pazienti al loro destino strappandosi i camici e tradendo il giuramento fatto ad Ippocrate ?

Noi speriamo piĂą in una rivolta ed un rifiuto dei sanitari per salvare le vite di tutti se si dovessero trovare in una situazione degenerata.

Speriamo che in futuro le cose cambino e che l’Italia possa tornare ad essere un vero Paese libero dai corrotti, amato dagli italiani e da chi dice di volere leggi spazza corrotti quando poi alla fine i veri corrotti sono altre persone.

ADT  Londra 8 marzo 2020Italia presa a schiaffi - World News

ITALIA

ITALIA - ITALY - DISCOVER WORLDL’Italia è un Paese con una storia millenaria che ha dato origine ai piĂą grandi artisti sia nel medioevo che in tempi piĂą recenti avendo una storia millenaria che prende luce al tempo dell’Impero Romano ed ha forgiato le piĂą brillanti menti, popolo di navigatori, di scopritori, di artisti e tante altre categorie dove questo Paese ha saputo primeggiare nel mondoITALIA - ITALY - DISCOVER WORLD

La cultura italiana è da sempre apprezzata nel mondo e soprattutto l’arte del sapersi reinventare che ha toccato l’industrializzazione manifatturiera in quanto l’Italia non ha produzione di materie prime se non le acque minerali e del petrolio presente in vari punti del territorio ma non sfruttato per svariati motivi e soprattutto per non arrecare danno alla natura paesaggistica di un territorio tutto da vedere.

Il territorio italiano è prevalentemente costiero e l’Italia è infatti una penisola che confina a nord con Francia e Svizzera, separata da una catena montuosa molto bella ma anche con una valenza storica molto importante:  Le Alpi

In Italia il territorio non è tutto pianeggiante in quanto lungo la dorsale italiana sono presenti gli appennini centro-sud oltre zone collinari più o meno vaste, non dimenticando le pianure molto estese come la Pianura Padana ed il Tavoliere delle Puglie dove ha origine uno dei vini più apprezzati nel mondo.

In Italia, la cucina italiana è quella tipica mediterranea, ma essendo l’Italia formata da 20 regioni, ognuna di esse ha sviluppato e mantenuto piatti storici le cui prelibatezze sono apprezzate in tutto il mondo ed infatti i più grandi chef italiani possono competere con gli chef internazionali proprio per il modo in cui sanno trattare e preparare i cibi.

L’Italia ha una superficie che si estende in lunghezza e la sua forma di Governo è determinata da una Repubblica parlamentare, la moneta utilizzata è l’Euro in quanto è anche uno dei Paesi fondatori dell’Unione Europea ed ha circa 60 milioni di abitanti che parlano lingua italiana ma anche dialetti regionali dove in alcune zone è utilizzato anche il Tedesco, il Francese e lo Sloveno.

L’Italia è uno dei Paesi che annovera cordi d’acqua molto importanti quali il Po, il Tevere, l’Arno e l’Adige ed è ricca di bacini nella fascia prealpina con lagi quali il Lago di Garda, il Lago Maggiore, il Lago di Como ed altri anche nel centro Italia di origine vulcanica quali il Lago di Bolsena ed il Lago di Castel Gandolfo, dove dobbiamo interromperci in quanto è un Paese ricco di fonti ed acque che ne fanno anche un territorio la cui flora è apprezzata dagli amanti della natura e le cui bellezze spesso sono protette.

Ma l’Italia ha anche isole abitate grandi come la Sicilia e la Sardegna e minori quali l’Isola d’Elba, le Isole Formiche, l’Isola di Ischia ed altre di origine vulcanica.

Il clima in Italia è diversificato in quanto la sua variabilità è data dalla struttura morfologica del territorio ma lo si può considerare mite con aree della fascia costiera subtropicali più a sud.

La capitale dell’Italia è Roma, una città storica le cui bellezze sono patrimonio mondiale, ma ovviamente tantissime sono le città meta turistica quali Milano che è una delle più industrializzate, Firenze famosa per le sue architetture e le sue bellezze artistiche conservate anche presso il famoso Museo della Galleria degli Uffizi, Napoli con il suo vulcano caratteristico in tutto il mondo (il Vesuvio), Palermo, Genova e tantissime altre città che hanno fatto dell’Italia un museo a cielo aperto sia per storicità che per il mantenimento dei suoi beni naturali che da sempre attirano turisti da tutto il mondo.

La religione in Italia è monoteista e prevalentemente cattolico cristiana, anche se vi sono altri culti di non minore importanza come l’ebraismo la cui sinagoga a Roma è di importanza e bellezza unica, la religione mussulmana che annovera molte moschee e la più importante è quella presente a Roma, la religione Ortodossa ed altre religioni minori che ne fanno un Paese multi culturale.

I vari governi hanno, dall’ultimo dopoguerra, dato stabilità al Paese anche se i primi a trovare i difetti del Paese sono proprio gli italiani contrariamente a quanto fanno i cittadini degli Stati confinanti, ma forse è proprio per questo che alla fine l’Italia è comunquesia un Paese meraviglioso.

Ogni anno in Italia passano più di 50 milioni di turisti interessati a visitare il Paese per motivi storici con i suoi musei e le sue opere, turisti interessati al green che gli consente vacanze rilassanti, turisti interessati alla montagna sia con la neve che per trakking senza presenza di neve ma, soprattutto è meta turistica per le sue meravigliose spiagge e per un mare che al sud è cristallino.

L’Italia è un Paese che il turista che la visita porterà sempre nel cuore e prima o poi vorrà ritornare

 

ITALY - ITALIA - DISCOVER WORLD

ITALY

ITALY - ITALIA - DISCOVER WORLDItaly is a country with a millenary history that gave birth to the greatest artists in both the Middle Ages and in more recent times and has a long history that is illuminated in the Roman Empire and has forged the brightest minds, the people of navigators, explorers, artists and many other categories where this country has been able to excel in the worldITALIA - ITALY - DISCOVER WORLD

In Italy, the Italian culture is always appreciated in the world and above all the art of knowing how to reinvent who touched the manufacturing industrialization as Italy does not produce raw materials except mineral water and oil present in various parts of the territory but untapped for various reasons, and above all not to harm the nature landscape of an area to be seen.

The Italian terrain is mostly coastal and Italy is in fact a peninsula bordered to the north by France and Switzerland, separated by a very nice mountain range but also with a very important historical value: the Alps.

In Italy the territory is not completely flat because along the ridge Italian are the Apennines central-south over more or less vast hilly areas, not forgetting the very extensive plains as the Po Valley and the plains in Puglia where it originated one of the most appreciated wines in the world.

The Italian cuisine is typically Mediterranean, but being Italy consists of 20 regions, each of them has developed and maintained historical dishes whose delicacies are prized around the world and in fact the greatest Italian chefs can compete with its International chefs for the way they know how to treat and prepare food.

Italy has a surface that extends in length and its form of government is determined by a parliamentary republic, the currency used is the Euro as it is also one of the founding countries of the European Union and has about 60 million inhabitants who speak Italian, but also regional dialects where in some areas has also used the German, French and Slovene.

Italy is a country that boasts of very important agreements such as water Po, the Tevere, the Arno and the Adige and is rich basins in foothills of the Alps with lagi such as Lake Garda and Lake Maggiore, Lake Como and others also in central Italy volcanic such as Lake Bolsena and Lake of Castel Gandolfo, where we have to interrupt us as it is a country rich in sources and waters also make it a territory whose flora is appreciated by lovers the nature and whose beauties are often protected.

But Italy also has large inhabited islands such as Sicily and Sardinia and minor such as the Island of Elba, the Ants Islands, the Island of Ischia and other volcanic.

The Italian climate is diversified as its variability is given by the morphological structure of the territory, but it can be considered mild with the subtropical coastal areas further south.

The capital of Italy is Rome, a historical city whose beauty is world heritage, but of course many are the cities such as Milan tourist destination which is one of the most industrialized, Florence famous for its architecture and its artistic treasures preserved even at the famous museum of the Uffizi Gallery, Naples with its characteristic volcano in the world (Vesuvius), Palermo, Genoa and many other cities that have made Italy an open-air museum and for historicity and for the maintenance of its assets natural that has always attracted tourists from around the world.

The monotheistic religion in Italy is predominantly Christian and a Catholic, although there are other cults no less important as Judaism, whose synagogue in Rome is of importance and unique beauty, the Muslim religion that includes many mosques and the most important is that present in Rome, the Orthodox religion and other minor religions that make it a multi-cultural country.

The various governments have, since the last war, gave stability to the country although the first to find the flaws in the country are just Italians contrary to what the citizens of the neighboring states, but maybe that’s why in the end Italy is a wonderful country.

Every year in Italy spend more than 50 million tourists interested in visiting the country for historical reasons, with its museums and its works, tourists interested in the green that allows relaxing holidays, tourists interested in mountain and with the snow for trekking without there is snow, but above all it is a tourist destination for its beautiful beaches and a sea that is crystal clear to the south.

Italy is a country that the tourist who visits it will always carry in his heart and sooner or later he will want to return

ITALY - ITALIA - DISCOVER WORLD

Perdita del lavoro

Perdita del Lavoro - Lavoro - Italia - World NewsPerdita del lavoro, un serio problema sociale che sta attraversando l’Europa ma soprattutto un’Italia messa in ginocchio da un passato democristiano che ha saputo solo indebitare questo Paese per le prossime generazioni e che ha portato con i nuovi Governi solo ad essere più sola, chiusa nelle sue miserie e nelle sue tristezze nascoste al mondo e di cui nessuno se ne occupa  Work - Lavoro - Perdita del lavoro - World News - Loss of work - News

Perdita del lavoro per tanti in quest’ultimo decennio è equivalso allo sfacelo dell’Italia, aziende che dalla sera alla mattina chiudevano i battenti lasciando gli operai ed i dirigenti in mezzo ad una strada, spesso con il problema di arrivare al mese dopo e molto spesso con famiglie a carico di cui il padre che si sarebbe dovuto preoccupare non sapeva quali soluzioni potevano esistere nel suo futuro.

Più passavano i giorni e più l’ex occupato cercava di ritirarsi su continuando a perdere ogni battaglia contro il proprio futuro, dovendo adattarsi agli stenti e cercando di non farli vivere alla propria famiglia, ai propri figli.

Curriculum Vitae di tutto rispetto, di persone che avevano dedicato la propria esistenza al lavoro comprendendo che solo quello avrebbe potuto fare la propria felicitĂ , perdevano ogni senso ed uno si rendeva conto che quanto aveva cercato faticosamente di costruire per il suo futuro e quello della propria famiglia si era sbriciolato come un cemento mal fatto e si accorgeva che tutta la sua esperienza lavorativa non contava piĂą nulla a causa dell’unica cosa alla quale aveva da sempre tenuto e che l’aveva tradito: “il lavoro”.

Uomini che nel silenzio, appartati in un giardino o in riva al mare dove nessuno li poteva notare passando inosservati a tutti, avevano lo sguardo perso nel nulla, non osservavano più nulla ed erano reclusi nella propria sofferenza, persone che avevano contato, che avevano avuto il potere tra le mani e che lo avevano anche ben gestito con equità e comprensione, si ritrovavano svuotati dentro, mettevano in dubbio le proprie capacità e le proprie scelte, prendevano coscienza che la perdita del lavoro, l’unica cosa alla quale tenevano veramente li aveva distrutti tradendo tutti i loro sogni e le loro speranze.

Si parla tanto di operai, ma non si parla mai di dirigenti che hanno messo tutto se stessi in gioco per aziende non proprie e molto spesso per aziende anche di proprietĂ , ritrovandosi dopo tanta fatica con un pugno di mosche in mano, spesso con mutui da pagare, con bollette che si accumulano o con affitti che mai si riusciranno a saldare, ma di questo nessuno ne vuole parlare o quando lo si fa, giĂ  si hanno risposte di psicologi belle e preconfezionate che non servono assolutamente a niente.

La perdita del lavoro è la perdita della propria dignitĂ , il piombare nel silenzio e nell’accettazione, il doversi appoggiare a qualcuno per risolvere il domani, il dover cancellare dai propri curriculum vitae le proprie esperienze perchĂ© forse si ha la speranza di poter ripartire dal basso ma……solo speranza e nulla piĂą.

Lacrime amare che rigano silenziosamente il viso di tante persone, dettate da pensieri passati, dalle tante vittorie e tanti sacrifici in nome di quell’azienda per la quale si viveva e nella quale si credeva, scelte a volte sbagliate che hanno portato anche imprenditori a vedersi cambiare la vita, a perdere il lavoro anch’essi, lacrime nel silenzio della notte dove nessuno può osservarci, che creano un groppo alla gola ma che devono sparire velocemente per nascondere il tutto alla propria famiglia e non fargli perdere la speranza, lacrime nascoste alle mogli, ai figli, ai familiari ed al mondo intero, che scendono lungo tanti visi invecchiati dal tempo.

Questa è la vera situazione italiana di cui i vari Governi se ne fregano pensando solo alle loro leggi elettorali, ai loro piccoli scandali, alle loro piccolezze che per chi si trova nella situazione della perdita del lavoro non gli agevola un domani ma lo fa sentire ancora più fuori da una società che alla fine l’ha rifiutato e l’ha emarginato.

Un’Italia che nasconde quanto dolore nella vita di tanti italiani, dolore ben occultato da falsi sorrisi e da tante frasi di circostanza, dolore nascosto agli altri rifugiandosi in casa e cercando soluzioni.

Ci si chiede spesso come mai si risolveva tutto a tutti, si trovavano le soluzioni piĂą impossibili risultate poi positive per gli altri e con la perdita del lavoro non si riesce a trovare una soluzione per se stessi ?

Con la perdita del lavoro non si ha più scampo, si guarda alla propria età e ci si rende conto che proprio quella che dovrebbe essere la forza dell’esperienza diventa un muro invalicabile e come dicono gli americani: “you are fired”, sei bruciato e difficilmente riuscirai a rialzarti.

Con la perdita del lavoro, lentamente l’individuo non se ne rende quasi conto ma il tempo sembra scorrere più velocemente ed anche le forze fisiche e psicologiche della persona vanno lentamente a perdersi, si perde ogni energia di continuare a combattere contro una vita che ti ha portato ad una situazione di stenti e questo fa ancora più male.

Capita di incontrare persone che si ricordano di ciò che quell’uomo ha fatto, di come era coscienzioso e responsabile ma che alla fine, anche lui è rimasto vittima della perdita del lavoro ed a volte anche per una sola scelta sbagliata che l’ha ridotto in uno stato di inerzia, un restart che non arriva e che forse non arriverĂ  piĂą.

In Italia, ma in qualsiasi parte del mondo, chi perde il lavoro si sente responsabile verso la propria famiglia e si pone mille domande dove la prima è: “dove ho sbagliato”, e ci si domanda chi potrà supportarci quando già si sa che gli altri si sono dimenticati dell’aiuto che nel passato potete avergli dato e si precipita in uno stato di stress generale.

Non si tratta di perdita di illusione, ma dell’aver preso atto della realtà che ancora una volta ha dato un sonoro schiaffo in faccia all’ex lavoratore facendogli perdere la stima in sé stesso e di sentirsi rifiutato dalla società.

Questa è la vera situazione italiana che in tanti nascondono perché scomoda, parlano di aumento della povertà, altri poveri illusi che vanno in giro a dire di averla eliminata, non pensando che non è con l’elemosina di Stato che si può risolvere questa piaga sociale in quanto tutto ciò che chiede quella persona è solo un’altra possibilità, il potersi riaccreditare nella società, il poter ripartire e ridare speranza per il futuro alla propria famiglia, ecco cosa chiede chi ha subito la perdita del lavoro.

Quanti imprenditori, dirigenti ma anche semplici operai sono arrivati a divenire alcolisti, consumatori di droghe fino ad arrivare al suicidio a causa della perdita del lavoro in Italia ?

In Italia ormai hanno terminato di tenerne il conto ed addirittura si è arrivati a richiedere alla stampa di tenere nascoste queste informazioni, il mondo non deve sapere, i partner europei non devono sapere in quanto si potrebbe perdere di credibilità, ma di quale credibilità vanno parlando i politici italiani ?

Pensano che gli altri partner vivano nell’isola che non c’e’ o pensano che le migliaia di famiglie che si sono ritrovate con mariti, mogli, padri e madri che hanno perso il lavoro possano ancora avere credibilitĂ  in loro ?

Questa è l’Italia, questo è un Paese ormai dilaniato e distrutto, ridotto al pari di un Paese del terzo mondo dove uno Stato canaglia ha dovuto erigere solo muri e tasse intorno a lui per sopravvivere.

Con la perdita del lavoro in Italia si arriva solo ad una semplice deduzione che ci porta in una triste realtĂ : “l’individuo ha perso contro il futuro e si arrende” in un’Italia che lo lascia ai suoi margini sociali.

ADT – Rome 16 January 2020
Perdita del Lavoro - Lavoro - Italia - World News