ITALIA – Legge di Stabilità 2016

ITALIA – Legge di Stabilità 2016, Offshore e Paradisi Fiscali, con un comma in essa contenuto risolve con un colpo di spugna la fiscalità off-limits, dando la possibilità ai professionisti e manager italiani, di poter tranquillamente intrattenere rapporti commerciali con qualsiasi società offshore e scaricarsi spese e pagamenti effettuati dalla dichiarazione dei redditi.

ITALIA - Legge di Stabilità 2016

Un comma passato in sordina consente di far finire in soffitta il decreto ministeriale italiano del 23 gennaio 2002 dal periodo d’imposta 2016, laddove non sarà più necessario indicare separatamente in dichiarazione dei redditi, i costi considerati fino all’anno 2015 in “Black List”, rendendoli deducibili dall’imponibile con l’intento di mettere un freno all’evasione ed alle fughe di capitali in costante aumento a causa di una fiscalità eccessivamente aggressiva.

L’eliminazione della “black list” è stata considerata ed attuata con la Legge di Stabilità 2016 a causa dell’imbarazzo dell’allora Primo Ministro Matteo Renzi durante una visita in Oman, Paese forte investitore mondiale al pari degli Emirati Arabi Uniti, i quali risultavano elencati tra i Paradisi Fiscali e le loro aziende erano considerate Offshore.

La legge di Stabilità 2016 ha stabilito un primato storico per la finanza e l’economia italiana, con l’intento di consentire il libero scambio commerciale mondiale alle imprese italiane, permettendogli di avvicinarsi con maggiore aggressività ai grandi business che già in altri Paesi democratici, sono da sempre consueti sulle grandi piazze, quegli scambi a fiscalità agevolata da sempre fiscalmente ostacolati con Hong Kong, Singapore, gli Emirati Arabi stessi ed altre nazioni.

Quest’innovativa disposizione si può trovare nella circolare 39/E/2016 dell’Agenzia delle Entrate Italiana, che ha differenza dei vincoli di legge precedentemente attuati nell’anno 2015 si adegua ai nuovi mercati mondiali, cercando di consentire alle sue imprese una maggiore competitività.

Il contrasto alle imprese offshore ed ai Paradisi Fiscali, combattuto dall’Italia per anni, demonizzando e cercando di inculcare nei suoi cittadini la paura di evasione ed elusione per coloro che registravano società e cercavano di operare sui mercati mondiali anche con banche straniere, ha subito un’improvvisa battuta d’arresto, proprio nel momento più delicato per la finanza internazionale dovuta ufficialmente ad un filone d’inchiesta giornalistica.

La cosa strana, è la rapida ascesa della norma italiana con la Legge di Stabilità 2016, subito dopo lo scandalo Panama Papers dello studio Mossack Fonseca, il Panama Paradise, il Bahamas Leaks ed altri scandali che hanno sconvolto società offshore panamensi a causa soprattutto della superficialità con la quale venivano trattati i dati riservati e delicatissimi dei loro clienti, che hanno fatto tremare banchieri, industriali, politici, nobili, finanzieri e tanti professionisti e commercialisti mondiali di cui molti riconducibili a cittadini italiani ancora sotto la lente d’ingrandimento del fisco, le cui generalità sono diventate pubbliche.

L’offshore ed i Paradisi fiscali che fino ad oggi hanno occultato capitali ed imposte al fisco delle varie nazioni coinvolte con l’ingresso a piede teso dei mass media, ha portato alla luce solo una piccola parte dei capitali nonostante per l’Italia siano precipitati nel limbo e vengano utilizzati ancora a pieno ritmo per far sparire o riciclare con facilità patrimoni di dubbia provenienza.

Non sembra un caso che negli Stati Uniti di America, per attrarre capitali freschi e cercare di concentrare enormi patrimoni, dopo che la Finanza mondiale ha bruciato Panama e le sue società di investimento, il Nevada, il Delaware ed altri Stati, abbiano facilitato le registrazioni di società offshore e garantiscano anonimato societario ed indubbie ed enormi facilitazioni fiscali.

Back Finanza

Investimenti e privacy

Investimenti e privacy per la SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD sono stati sempre, fin dalla sua costituzione, l’obiettivo primario per garantire i clienti e le società d’affari escludendo tutto ciò che potesse mettere a rischio la credibilità e l’onorabilità della società e dei suoi componenti, nonché l’analisi geopolitica finanziaria atta ad offrire maggiori garanzie di sicurezza.

Investimenti

La SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD, nel momento in cui inizia ad analizzare un progetto di investimenti, è contraria a idee lacunose, e lo ha dimostrato più di qualche volta, nell’essere reticente a rilasciare documentazione fumosa ed ambigua cercando sempre di dare chiarezza e trasparenza sia alle aziende che si rivolgono ai suoi professionisti, che pensando sempre al rischio al quale verrà esposto il cliente, spesso rifiutando i mandati e non stilando documenti a firma autografa del suo director, non lasciandosi incantare da ipotetici guadagni definiti da altri… “investimenti sicuri”.

Fino al momento in cui non ha certezza sulla fattibilità e sicurezza dell’affare, della sicurezza e salvaguardia per il cliente, rilascia solo bozze d’accordo ( “DRAFT DO NOT COPY” ) non valide a nessun fine legale in quanto prive di firma autografa, riportanti solo una nuvola confusionaria di informazioni ricevute dalla società che si è rivolta a Lei per poi in seguito elaborarle con i suoi professionisti ed eventualmente redigere accordi e contratti a piena validità legale.

Questo comportamento, ci contraddistingue da molte altre società, in quanto mettiamo avanti prima il cliente e poi il business, per serietà e professionalità tipica di una company britannica.

Negli ultimi tempi, i nostri professionisti, si sono interessati a ciò che in gergo, vengono definiti “investimenti in Paradisi Fiscali”, hanno analizzato la stabilità geopolitica di alcuni Paesi con i quali abbiamo rapporti d’affari, la situazione finanziaria e la solidità delle loro banche, la trasparenza degli interlocutori e soprattutto, il motivo per cui la Svizzera prima e Panama ora, sono  finiti nell’occhio del ciclone e soprattutto della finanza mondiale, consentendo la perdita di segretezza ed inviolabilità della privacy di coloro che avevano costituito holding e fondazioni.

E’ venuto fuori un qualcosa di affascinante se visto con l’occhio di un esperto in geopolitica, in quanto ciò che il grande mondo finanziario ha intenzione di promuovere a nuovo paradiso fiscale nel blocco occidentale, sono gli Stati Uniti d’America.

Gli U.S.A., sono la grande super potenza economico-finanziaria che sia in maniera esplicita, che attraverso i propri servizi di intelligence, hanno collaborato con le intelligence di altre nazioni nei vari “Leaks” o “scandali”, attirando capitali in cerca di riparo sotto lo scudo della bandiera a stelle e strisce facendo convergere chi cercava privacy, verso la costituzione di società nello Stato del Nevada e nello Stato del Delaware.

Potrebbe sembrare una cosa strana, ma la protezione dello Zio Sam per la protezione di investimenti e privacy, sotto l’egida delle banche d’affari e dei potenti studi legali statunitensi, hanno incrementato il flusso di investimenti in beni mobili ed immobili ma soprattutto finanziari, proprio verso gli Stati Uniti d’America.

I più esperti economisti notarono già 10 anni fa, che l’O.C.S.E. (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico), con le sue norme, stava attaccando ed attacca tutt’oggi, quei Paesi ritenuti un paradiso per i capitali e per la privacy delle identità.

In Svizzera le pressioni furono enormi da parte dell’amministrazione U.S.A. alle quali si unirono anche i Paesi europei, tanto che da “Paradiso Fiscale”, i servizi bancari e finanziari cantonesi, lentamente si resero trasparenti portando alla luce i nomi dei correntisti, dei veri azionisti ed amministratori e le somme che erano state protette nei loro forzieri, rinunciando all’opacità finanziaria in maniera graduale e spostando la loro economia sull’industria non garantendo più sicuri investimenti e privacy.

Oggi il tiro geopolitico finanziario, si è spostato su Panama, da sempre ambitissimo paradiso fiscale, laddove lo scandalo Panama Papers dello studio legale Mossack Fonseca, il Panama Paradise e le fughe di documenti (migliaia) operate a danno di società finanziarie panamensi, hanno portato danni ingenti all’economia di quello Stato e messo in guai seri politici, imprenditori grandi e piccoli, professionisti e società più disparate che ad oggi devono render conto del proprio operato agli organi di controllo finanziario dei propri Stati di residenza.

Gli Stati Uniti d’America, hanno avuto gioco facile con lo Stato di Panama, in quanto un Paese piccolo, senza possibilità di difesa né per sé e tanto meno per i propri clienti è stato fatto preda appetibile e succulenta dei potenti poteri finanziari statunitensi, mettendo in atto una politica del terrore e facendo riflettere su un trasferimento forzoso di prospettive verso gli Stati americani a tassazione zero.

Back Finanza

Delaware registrazione società LLC e società Corporation

Delaware registrazione società LLC e società Corporation – Nello Stato del Delaware, la registrazione di società LLC o la registrazione di società Corporation è una delle migliori soluzioni finanziarie per proteggere la propria identità e quella dei soci dell’azienda che si andrà a costituire con l’aiuto della SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD

DELAWARE - CORPORATION - LLC

Delaware è uno Stato che consente un’investimento sicuro con la registrazione di una società Corporation o una società LLC, infatti, iniziamo con il rappresentare la tassazione di questo Stato americano con il dire che tutte le società registrate nel Delaware che non operano direttamente con l’economia degli stati USA, non sono tenute a pagare tasse se non la tassa annuale di iscrizione e mantenimento della società stessa.

I membri del consiglio di amministrazione o l’unico azionista, sono altamente protetti dalla riservatezza che negli U.S.A., e soprattutto nello Stato del Delaware, è costituzionalmente garantita consentendo agli amministratori una perfetta privacy per rimanere anonimi sempre che la legge non subisca modifiche.

C’e’ da tener presente, che contrariamente a quanto sta accadendo nelle altre mete dell’offshore, laddove gli scandali dovuti a leggerezze nel trattamento dei dati personali (Panama Papers, Panama Paradise ed altri) hanno determinato la messa a rischio di enormi patrimoni ed investimenti ritenuti sicuri che sono sfumati come neve al sole, il Delaware è tra gli Stati degli U.S.A. da sempre rimasto maggiormente ancorato alla riservatezza ed anonimato.

Le Corporation (società per azioni) e le Limited Liability Company (società LLC) registrate nel Delaware, possono avere la sede secondaria ed operativa in qualsiasi zona del mondo, essere costituite da un’unica persona fisica che può fungere da azionista, amministratore, segretario e direttore esecutivo della società e non si ha la necessità di avere un proprio ufficio fisico o recapito postale ma è normale vedere registrata l’azienda con l’indirizzo della società Agent che funge da Registered Agent purché localizzata nello Stato del Delaware.

La società Registered Agent o l’Agent, hanno la responsabilità della gestione della posta e dei documenti governativi o legali verso la società ed i libri sociali e i registri contabili, non necessariamente dovranno essere depositati nel Delaware.

Come per il Regno Unito, le azioni o le quote societarie, possono essere trasferite istantaneamente ed in forma privata senza la necessità di notifica ad enti pubblici e senza l’ausilio di un notaio.

Tutti possono registrare una società Corporation o una società LLC nel Delaware e non necessariamente bisogna essere cittadini statunitensi o risiedere negli U.S.A.

Le società con sede nel Delaware, possono svolgere differenti tipologie di attività e possono essere proprietarie o intestatarie di beni immobili e beni mobili ubicati in qualsiasi parte del mondo e, di non minor importanza è, che una società Corporation può essere convertita in una società LLC e vice versa, consentendo una flessibilità quasi inesistente in molti altri Paesi.

Contrariamente ad altre legislazioni, gli amministratori, i direttori, i segretari e gli azionisti di una società Corporation o di una società LLC, sono segretati e non vengono comunicati nemmeno agli uffici pubblici dello Stato del Delaware; stessa cosa dicasi per i loro riferimenti postali, indirizzi e quant’altro possa permetterne l’individuazione.

Il grado di protezione dell’amministratore di una company del Delaware è molto elevato in quanto non può essere perseguibile personalmente e con il proprio patrimonio in caso di azioni legali promosse contro la società rendendo molto difficile se non impossibile per un eventuale creditore, promuovere una causa e colpire una società ed i suoi singoli componenti.

I nostri consulenti sono a vostra completa disposizione, se siete seriamente interessati non pensateci e contattateci.