Inghilterra per il business

Inghilterra per il business, ecco riaffiorare tutta una serie di prospettive che richiedono sicuramente l’attenzione di chi vuol fare affari reali e soprattutto velocemente come non si è solitamente abituati

Inghilterra per il business

Bisogna innanzi tutto dire che in Inghilterra la tassazione è una delle più apprezzabili in quanto è trasparente ed ha un’aliquota fissa al 19% fino ad 1.500.000 GBP (un milione e mezzo di sterline) e già il fatto di poter pagare delle tasse adeguate al lavoro che uno svolge è il maggior vantaggio che possiamo trovare in un’Europa continuamente vessata.

Contrariamente ad altri Stati che adottano politiche fiscali molto aggressive, da stato di polizia, l’Inghilterra predilige la pace sociale e la fiducia verso i propri contribuenti che difficilmente tradiscono le aspettative di questo importante e serio Stato.

Il business scorre veloce e proprio in virtù del fatto che oggi possiamo vendere partite di occhiali e domani possiamo decidere di vendere interi bancali di patate, il profitto è al primo posto e le aziende godono di tutta una serie di innumerevoli vantaggi fiscali dettati da una vera e reale semplificazione burocratica che ne snellisce e rende veloce le possibilità offerte dai mercati internazionali.

Con il BREXIT, si sta vagliando la possibilità di abbattere ulteriormente le aliquote fiscali e si ventila l’occasione per scendere da un 19% ad un 10% grazie all’alleggerimento ottenuto con la separazione dal pesante fardello europeo rendendo primaria l’Inghilterra per il business

Molti professionisti suggeriscono, prima di registrare una società in Inghilterra, di registrarne una o alle Maldive, o nel Belize o nel Delaware per poi farle diventare azioniste di maggioranza nelle neo società che si andranno a costituire in Gran Bretagna.

Ciò non è, secondo i nostri consulenti, di primaria necessità, in quanto si possono comunque sottoscrivere contratti di agenzia con altre società e corrispondere il 95% dei profitti lasciandone un 5% in Inghilterra, sui cui importi dovremo andare a pagarne le tasse.

La differenza sostanziale consta nel fatto che il mantenere una netta separazione tra le aziende, ci potrebbe tornare utile in un prossimo futuro nel caso di problemi con la società inglese, pur potendone abbattere la già esigua tassazione.

Aprire una società in Inghilterra per il business è aver acquisito una marcia in più rispetto ai propri competitor europei e soprattutto italiani, perché innanzitutto non c’e’ il fardello del Data Protection Agency (Garante Privacy) che ci obbliga a registrazioni fantasiose, ma è necessario solamente il rispetto della net-etiquette e delle norme sul trattamento dei dati.

Non abbiamo il problema di dichiarare l’IVA in quanto non viene rilasciata la partita IVA se non raggiungiamo un’importo lordo di 83.000 Sterline ed il tempo per ottenerla varia dai 3 mesi ai 5 mesi ed a fine anno, nel caso avessimo superato tale importo, dovremo pagare solo il 10% sul reddito.

I notai ai quali siamo abituati per redigere contratti, sviluppare eventuali rapporti societari ed altro, non sono più il cardine portante delle società in quanto tutte le operazioni si possono svolgere velocemente senza la loro indispensabile presenza con un risparmio non indifferente.

Inghilterra per il business

Le società non pagano tasse fino al compimento del ventunesimo mese e si avrà il solo obbligo di tenere la contabilità in modo semplice, ordinato e veloce grazie anche ad alcune applicazioni online molto intuitive o utilizzando il pacchetto di fatturazione della SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD.

La forma societaria più utilizzata in Inghilterra è la Ltd (Private Limited Company) che è l’equivalente delle Società a Responsabilità Limitata (Srl) italiane ma con la differenza che una Limited inglese gode di vantaggi inimmaginabili per un manager abituato a lavorare con società italiane, distinguendosi per snellezza, economicità nella costituzione e stesura di contratti.

In Inghilterra per il business, le Limited inglesi possono avere fino a due Director (Amministratori) ma solitamente ne viene nominato solamente uno che può anche essere unico azionista (shareholder), non vi è un limite alla somma minima da versare per la costituzione societaria (può essere dichiarato anche un capitale sociale da 1 GBP), e diversamente dalle Srl italiane, per quanto esista una separazione dai soci e amministratori rispondendo solo con il capitale sociale o percentuale di esso, difficilmente un Director viene perseguitato se la società non riesce a spiccare bene finanziariamente.

Con la realizzazione del BREXIT e l’accordo con l’Unione Europea, l’Inghilterra è riuscita ad accaparrarsi ulteriormente i benefici di cui già godeva nel passato per il libero commercio e gli scambi commerciali, avendo però mano libera per accordi bilaterali con altri Paesi senza i limiti che l’Unione Europea impone ai propri Stati membri.

Esiste comunque il problema che molti si pongono per ciò che viene definita “estero vestizione”, ma è anche questa una delle tante vessazioni che alcuni Stati cercano di mettere in piedi per tassare i propri cittadini e per evitarne gli effetti, si ricorre ai cosiddetti “nominee” e cioè, persone residenti in Inghilterra che prestano il proprio nominativo per farci da Director e Shareholders, rilasciandoci una deposizione fiduciaria (nel caso degli shareholders) ed una procura (nel caso dei Director) e consentendoci legalmente di pilotare la società come meglio crediamo possa essere per il business che intendiamo sviluppare, oppure costituendo prima una società nel Delaware (USA) che tra l’altro ha tassazione 0 (zero) e poi incorporando la società in Inghilterra come Ltd dove la società del Delaware (USA) è detentrice del 100% del pacchetto azionario (shareholder) ed anche se noi siamo nominati Director, non è indispensabile che percepiamo uno stipendio che dovrebbe, a rigor di logica, essere tassato nello Stato di nostra residenza e quindi potremo sfruttare l’occasione dell’Inghilterra per il business.

Inghilterra per il business

Se vorrete aprire una società offshore in Inghilterra, la SHADOIT BUSINESS CONSULTANCY LTD vi metterà a disposizione tutta la sua esperienza ed assistenza dettata da importanti consulenti finanziari e società partner di rilevante esperienza ed importanza, consentendovi di raggiungere velocemente il vostro obbiettivo in tutta sicurezza ed in piena legalità e soprattutto con una burocrazia minima.

Potrete sempre contare sulla consulenza dei nostri professionisti e dei nostri partner per le vostre operazioni di business, per la ricerca di eventuali investitori in vostri progetti e per proteggere i vostri capitali ed i vostri beni grazie anche alla stretta collaborazione esistente con un’importante e soprattutto, seria società Corporation di Panama, che potrà costituire fondazioni che metteranno al riparo i vostri beni o richiederci di registrare società LLC nello Stato del Delaware (USA) per proteggere i vostri beni e capitali ottenendo documentazione perfettamente in linea con gli standard europei (documenti apostillati e notarizzati come prescrive la convenzione dell’AIA).

Potrete richiederci di agire in vostro nome (rapporto fiduciario) e potrete richiederci l’apertura di conti correnti bancari in Paesi geo politicamente stabili dove altri non potrebbero riuscire nell’impresa in quanto non siete residenti in quel Paese, ma dove noi, abbiamo stretto nel tempo rapporti d’affari e rapporti statuali di primaria importanza.

La nostra guida per il vostro business sarà un valore aggiunto che vi consentirà di fare affari velocemente ed in totale sicurezza, potendo avvalervi anche di esperti avvocati con notevole esperienza in diritto internazionale, esperti commercialisti e funzionari di primissimo livello con anni di esperienza maturata dietro le spalle in prestigiose azienInghilterra per il businessde internazionali.

I nostri consulenti sono a vostra completa disposizione, se siete seriamente interessati non pensateci e contattateci

.

Inghilterra per il business

Società Limited in Gran Bretagna

Società Limited in Gran Bretagna – Costituire una società Limited può essere un’operazione semplice ma le normative anche se non complicate, almeno a livello generale, bisogna conoscerle

Costituire società Limited - Aprire una società Ltd a LondraSocietà Limited in Gran Bretagna ed il fatto stesso di avere il proprio dominio online, registrato e presente su server residenti in suolo Britannico è un’altro fattore rilevante ai fini della comprova dell’attività presente e regolata da leggi Britanniche a cui appartiene la società.

Ribadendo che una Limited Company non può essere utilizzata per l’elusione fiscale ma per realizzare business con una fiscalità più equa in presenza di leggi trasparenti e semplificate, quali quelle Britanniche, portiamo alla luce anche l’aspetto non realizzabile per la registrazione di una società Ltd qualora si intenda effettuare prestazioni che presentino la necessità di operare esclusivamente e personalmente sul territorio dello Stato di appartenenza della proprietà, gestione di attività commerciali esclusivamente nel proprio Paese, marketing e pubblicità orientati esclusivamente al Paese di appartenenza.

Tali attività di business, non portano beneficio alla costituzione di una Limited Company, non potendo cadere nella regolamentazione della fiscalità Britannica.

Altra situazione è data dal business online, laddove tutte le operazioni commerciali e di affari vengono svolte e gestite via internet; solitamente, anche se necessaria un’analisi preventiva, tali attività rientrano nella fiscalità del Regno Unito.

La principale legislazione societaria che disciplina questa materia è costituita dalla legge sulle società emendata nel 1985, così come la legge sul reddito e sulle imposte delle società del 1988.

L’inglese è la lingua ufficiale della legislazione e dei documenti corporativi, inoltre per il commercio internazionale e per l’investimento, i tipi di aziende usate sono le aziende private o pubbliche a garanzia (responsabilità) limitata.

Un’azienda costituita in Gran Bretagna ha gli stessi diritti come una persona fisica.

Non ci sono leggi specifiche concernenti il rilascio o il non rilascio di informazioni non autorizzate su un’azienda Britannica, i relativi direttori o i suoi proprietari.

Tuttavia sussiste l’obbligo per i professionisti operanti nel settore quali gestori, amministratori delle società, di rispettare la confidenzialità e la discrezione al cospetto dei loro clienti, titolari-azionisti delle società di diritto britannico.

Le diverse legislazioni sono relative alle esigenze in merito alla procedura di costituzione di società a responsabilità limitata private, società a responsabilità limitata pubbliche e società illimitate.

Le diversità si riferiscono alle differenze principali tra i vari tipi di società, i documenti richiesti per la loro formazione, gli azionisti, il capitale sociale, gli organi ed i segretari.

Vi sono pure normative che disciplinano le ragioni sociali di un’azienda.

Determinate parole secondo la legge inglese sono vietate poichè suggeriscono una cosa particolare ed alcuni nomi sono pure proibiti a dipendenza del fatto che l’azienda è coinvolta in un’attività particolare.

Ci sono restrizioni negli affari e nelle attività commerciali: specifici tipi di servizi non sono consentiti dalla legge britannica, includendo in questi, per esempio, le banche, le assicurazioni, i servizi finanziari, servizi di accreditamento, servizi indirizzati al consumatore e alle agenzie di collocamento di personale.

La procedura per la costituzione richiede la presentazione dell’atto costitutivo di una società di capitali e degli articoli degli statuti, la dichiarazione di conformità e la dichiarazione dei primi direttori e della segretaria, la notifica della sede ufficiale ed il pagamento della tassa richiesta per la Camera di commercio (Company House).

La sede ufficiale dell’ufficio deve essere nel Regno Unito e molto spesso vengono localizzate a Londra.

Per gli scopi di quest’ informativa, un’azienda Britannica è costituita in Inghilterra o nel Galles e iscritta a Cardiff, la capitale del Galles.

Una volta ottenuta la registrazione presso la camera di commercio, le società sono immediatamente disponibili (solitamente entro 7 giorni).

I requisiti concernenti l’autorizzazione relativa al capitale azionario dipendono dal tipo di azienda: Società privata: il capitale minimo è di un’azione, ma solitamente si emette ulteriore capitale per consolidare la stabilità e la consistenza dell’azienda.

Aprire una società Ltd a Londra, ci consente normalmente di costituirla con un capitale di azioni autorizzato di £ 1.000 (mille sterline e/o 1000 GBP).

Società pubblica: il minimo di capitale d’azioni autorizzato per un’azienda pubblica è £ 50.000 (50.000 sterline e/o 50.000 GBP), di cui £ 12.500 devono essere liberati all’atto della costituzione (nel caso della liquidazione tutte le £ 50.000 devono essere pagate).

Il capitale emesso minimo ammonta a due azioni ed è importante sottolineare che le aliquote di tassazione sulle società sono tra le più basse di tutta l’Unione Europea, l’aliquota d’imposta è del 21% a carico di un’impresa Britannica.

Ci sono diversi modi per distribuire i dividendi ai vari azionisti (shareholder).

Riportiamo alcune delle soluzioni adottate più di frequente:

1 – Fatture emesse verso altre compagnie: Qualora si disponga di un’altra compagnia, potrà essere emessa una fattura verso di essa, con conseguente pagamento. Le autorità Britanniche sono molto flessibili ed il fatto di essere proprietario di entrambe le compagnie non sarà un problema a patto che tutto avvenga in maniera chiara e senza nascondere le transazioni

2 – Nota Spese: Come sottolineato in precedenza, le autorità fiscali Inglesi sono flessibili anche in materia di nota spese. Si potranno scaricare dalle proprie tasse tutte le spese relative alla compagnia, a patto che siano connesse alla compagnia stessa

3 – Salari: si potrebbe anche scegliere di pagare uno stipendio a se stessi. L’ammontare di denaro emesso non sarebbe tassato nel Regno Unito, ma in caso di residenza fuori dalla Gran Bretagna, la tassazione avverrà nel Paese di residenza.

L’uso di una società Limited nel Regno Unito è rivolto soprattutto ad imprenditori che gestiscono una compagnia internazionale o vogliono espandersi oltre i confini del proprio paese di residenza.

La Limited si adatta particolarmente a compagnie con business attivo e/o a nuove aziende che si intendono costituire per creare un proficuo nuovo business.

I nostri consulenti sono a vostra completa disposizione, se siete seriamente interessati non pensateci e contattateci.

 

società limited - registrare società limited - limited - costituire una società limited